logobigolihomepage

rimani in contatto con me

 

 

 

 

 

 

Inserisci la tua e-mail, ti terrò informato su tutte le mie iniziative.


facebook
logosiafbianco

Maria Angela Bigoli


Contatti diretti per:

Belluno: 393 6148844  - Ancona: 331 8547405  - Castelfidardo: 328 0373526
Cesena: 393 6148844 - 
Faenza: 338 3361455 - Ravenna: 393 6148844

 

Tutti i diritti riservati. 2017 Maria Angela Bigoli 

Counselor Trainer SIAF
(Soc. Italiana Armonizzatori Familiari) 

Numero: ER301T-CG

logoinshakebianco80x30

Counseling per le coppie


Maria Angela Bigoli da anni si occupa di Costellazioni Familiari e Psicosintesi, tra le sue attività c’è il Counseling per le coppie, non solo per quelle in crisi, ma anche per quelle in procinto di sposarsi.

“Ogni uomo e donna che si uniscono danno vita a un altro soggetto: la coppia. Tutte le scuole insegnano che nella nuova unione portiamo le cose che non abbiamo risolto nella famiglia d’origine; le Costellazioni aiutano a salvaguardare la nuova famiglia, a crescere, espandersi e prosperare».


Durante gli incontri si segue una sorta di “rituale” in cui sposo e sposa ringraziano le rispettive famiglie per quanto hanno dato loro e chiedono benevolenza e rispetto del coniuge. Infine, in una struttura rappresentativa simile a uno drammatizzazione, i futuri coniugi girano le spalle ai familiari di origine per intraprendere il cammino verso il proprio futuro.


«Spesso – dice ancora Bigoli – le coppie vanno in crisi e i matrimoni falliscono proprio perché nella coppia “entrano” le famiglie, anche senza volerlo, per una mancanza di indipendenza degli sposi. In ogni momento di crisi il non risolto rischia di riaffiorare come regressione alle proprie esperienze precedenti. Il saluto dei genitori rappresenta un “taglio” con il gruppo di origine, un’evoluzione da cuccioli ad adulti in grado di fondare su strutture più consapevoli una nuova famiglia».


Altro “capitolo” cruciale è rapporto con gli ex.

«Le situazioni irrisolte con gli ex possono influenzare la relazione soprattutto con i figli primogeniti e ancor più se di sesso opposto. È allora importante simbolicamente salutarli, ringraziarli per ciò che si è ricevuto, superare i rancori e accettare eventuali responsabilità.».